festa ens

Oggi Il 12 maggio è quindi una data simbolo per ripercorrere la storia e rinnovare obiettivi e presenza dell’ENS. La legge istitutiva n. 889/1942 della nostra Associazione andava a completare il lavoro iniziato da Magarotto dieci anni prima, nel 1932, quando a Padova riuscì a far sedere intorno a un tavolo la FIAS e l’USI, le due organizzazione rivali che rappresentavano i sordi italiani, e a fargli sancire il famoso patto che stabilì la nascita di un ente unico, l’Ente Nazionale Sordi. Magarotto ebbe sempre ben chiara la forza dell’unità, l’importanza dello stare insieme per risultare credibili agli occhi dello Stato e conquistare l’uguaglianza e i diritti per le persone sorde. Per noi dell'ENS conoscere punti di vista differenti significa regalarsi una possibilità di riflessione, di comprensione e miglioramento reciproco. La diversità vuol dire sempre ricchezza.

Dall’anno della sua fondazione ad oggi sono stati tantissimi i cambiamenti in campo giuridico, politico e sociale, ma l’ENS, grazie al contributo quotidiano dei soci, dirigenti, dipendenti e volontari, ha sempre avuto chiaro il suo principale obiettivo: lavorare e lottare ogni giorno, con idee, progetti, rivendicazioni e campagne di sensibilizzazione per il miglioramento continuo della qualità della vita delle persone sorde.

La nostra missione è e sarà sempre l’integrazione delle persone sorde nella società, la promozione della loro crescita, autonomia e piena realizzazione umana.

Buona festa dell’ENS a tutti i sordi, perché l’ENS vuole e deve essere la casa di tutti!